Come fare trading di materie prime


Le materie prime vengono scambiate nello stesso modo della maggior parte degli altri prodotti di trading. I trader possono acquistare o vendere diverse materie prime con l’obiettivo di generare un profitto sia vendendo la materia prima ad un prezzo maggiore rispetto al prezzo di acquisto, sia acquistando la materia prima ad un prezzo inferiore rispetto a quello di vendita precedente.


Per natura stessa del trading di CFD, i trader in realtà non possiedono la materia prima sottostante, ma piuttosto fanno trading prevedendo i movimenti di prezzo della materia prima in questione.

Trading su base giornaliera e trading di future

Trading su base giornaliera e trading di future

Rolling_Daily

Trading su base giornaliera e trading di future

I trader spesso hanno la possibilità di scegliere tra due diverse tipologie di trading per una singola materia prima: il trading “rolling daily” e il trading di future. Come indicato dal nome, il trading “rolling daily” è legato al prezzo della materia prima su base giornaliera, mentre il trading di future si basa sul prezzo di una materia prima futuro, a giorni, settimane o mesi.

I contratti infragiornalieri rinnovabili vengono principalmente utilizzati da coloro che vogliono fare trading nel breve termine. Tali contratti vengono riportati al giorno successivo, tramite un’operazione che in gergo si definisce “rollover”, e continuano ad essere riportati un giorno con l’altro a meno che il trader non intraprenda un’azione volta alla chiusura della posizione o che lo scambio giunge ad un punto in cui viene raggiunto il limite di fondi del conto.

Viceversa, un contratto future si chiuderà ad una data e orario preciso, dove si genererà un profitto o una perdita, che dipenderà dal prezzo di chiusura in relazione al livello di prezzo di apertura dell’operazione.

Esempio di trading su una materia prima

Esempio di trading su una materia prima

Commodity_Trade

Esempio di trading su una materia prima

Guardiamo assieme questo esempio di trading su una materia prima. Per prima cosa è necessario scegliere la materia prima. Gli asset disponibili variano da broker a broker, ma ETX Capital offre una vasta gamma di asset diversi tra cui i trader possono scegliere, tra cui metalli (oro, palladio, platino e argento), prodotti energetici (greggio Brent, gasolio da riscaldamento, gas naturale e greggio Nymex) e materie prime soft (grano, cotone, legname da costruzione, avena, soia e molti altri). Scegliamo per esempio una delle materie prime più comuni per il trading: l’oro.

Abbiamo ora la possibilità di scegliere se fare trading su base giornaliera o tramite un contratto future. Scegliamo la prima opzione.

Ammettiamo che il prezzo attuale dell’oro è di 1279.6/1280 (il primo è il prezzo di vendita, il secondo è il prezzo di acquisto) e decidiamo di investire 1€ per punto di movimento. Decidiamo se vendere o acquistare e agiamo di conseguenza; il giorno successivo l’oro è scambiato a quota 1282.6/1283 e decidiamo di chiudere l’operazione.

Se abbiamo acquistato originariamente a 1€ per punto e successivamente abbiamo acquistato a 1280 e il prezzo di vendita attuale è di 1282.6, con 2.6 punti a nostro favore, abbiamo generato così un profitto di 2.60€. Al contrario, se abbiamo venduto a 1€ per punto, e quindi abbiamo venduto a 1279.6 mentre il prezzo di acquisto è attualmente pari a 1283€, con una differenza di 3.4 punti, ciò significa che decidessimo di chiudere l’operazione in questo momento andremmo incontro ad una perdita di 3.40€.

Richiedi il nostro

Richiedi il nostro