Forex trading – come potrebbe muoversi la coppia GBPUSD nel mese di giugno?

Per i trader che operano su GBPUSD, questo mese si verificheranno due eventi fondamentali del mercato, a distanza di una settimana l’uno dall’altro. Il 15 giugno, la Federal Reserve annuncerà la sua decisione a proposito dei tassi d’interesse, mentre il 23 gli inglesi voteranno in un referendum di cruciale importanza.

La Fed sta considerando il primo aumento dei tassi d’interesse da dicembre a questa parte, quando un aumento di un quarto di punto ha fatto impazzire i mercati. I mercati questa volta sembrano più calmi, ma non si può escludere nulla, soprattutto con il referendum britannico sull’UE alle porte.

I trader devono prepararsi a quattro possibili scenari per quanto riguarda GBPUSD e la (probabile) volatilità:

Più volatile – La Fed alza i tassi, la Gran Bretagna lascia l’UE

Volatile – La Fed non cambia nulla, la Gran Bretagna lascia l’UE

Volatile – La Fed alza i tassi, la Gran Bretagna rimane nell’UE

Meno volatile - La Fed non cambia nulla, la Gran Bretagna rimane nell’UE

L’aspettativa di tassi americani più alti spinge la domanda per il dollaro americano, mentre l’aspettativa che la Gran Bretagna possa lasciare l’UE ha fatto calare la sterlina. Un voto in favore dell’uscita dall’UE subito dopo un aumento dei tassi d’interesse da parte della Fed potrebbe essere la tempesta perfetta per GBPUSD.

Pertanto, in termini di posizionamento, ciò che importa di più ai trader è la probabilità di un aumento dei tassi da parte della Fed e la probabilità di Brexit.

Probabilità di Brexit

Le probabilità che la Gran Bretagna lasci l’UE si sono ridotte verso la fine di maggio, quando un sondaggio del Telegraph ha suggerito un grande supporto all’ala “Remain”, vale a dire chi vuole restare. Il sondaggio diceva che gli uomini votanti, pensionati, del partito conservatore hanno cambiato idea e ora vogliono rimanere nell’UE. In generale, il sondaggio indicava un vantaggio di 13 punti del partito “Remain” sull’ala “Leave” (chi vuole lasciare).

In seguito alla pubblicazione dei dati, GBPUSD ha subito un forte rialzo, il che dimostra quanto la coppia di valute sia sensibile al tema Brexit. La sterlina ha toccato il suo miglior livello da tre mesi a questa parte quando gli investitori hanno reagito al sondaggio.

I primi due mesi del 2016 hanno visto la sterlina scendere fino al livello più basso in sette anni, calando di più del 6% quando lo slancio Brexit ha ripreso vigore. Ma da quando i sondaggi si sono rispostati su un voto pro-UE, la sterlina si è ripresa di più del 5%.

Per negoziare su GBPUSD prima del referendum, sembra che i dati forniti dai sondaggi possano avere l’impatto più grande sulla forza della sterlina.

Probabilità di aumento dei tassi da parte della Fed

I sondaggi possono anche parlarci della probabilità che la Fed alzi i tassi d’interesse a giugno, ma, alla fine, la decisione ultima spetterà ai decisori politici e alla loro opinione il giorno stesso.

Il verbale della riunione di aprile indica che quella di giugno sarà una riunione carica. “Per il comitato, sarebbe appropriato alzare gli intervalli target per i tassi dei fondi federali nel mese di giugno”, se i dati economici supportano – si legge nel verbale.

Alla fine di maggio, il trading sui futures dei fondi federali ha suggerito una possibilità su tre che la banca alzi i tassi d’interesse a giugno. Intanto, molti funzionari della Fed hanno parlato molto della riunione di giugno.

Le nuove straordinarie cifre riguardanti la vendita delle case negli Stati Uniti rende molto più probabile un rialzo dei tassi quest’estate, ma luglio sembra essere una prospettiva meno rischiosa per la Fed rispetto a giugno. James Bullard, presidente della Fed di St Louis, ha fatto notare che la banca non è obbligata a tenere una conferenza stampa contemporaneamente a un rialzo dei tassi, il che significa che nulla vieta alla Fed di aspettare fino a luglio. Il governatore Jerome Powell ha detto che i mercati si devono aspettare un rialzo dei tassi molto presto.

Il verbale dell’ultima riunione della Fed ha anche puntato l’attenzione sui rischi in cui incorrono i mercati in caso di Brexit. La questione è se la banca centrale sia pronta ad alzare i tassi, con il referendum così vicino.

Una maggiore volatilità porta maggiori opportunità ma anche più rischi. Per riflettere ciò, ETX Capital potrebbe alzare i tassi di margine su certi mercati.


Scales with 100 dollar bill