Euro Road Sign



Per F. Scott Fitzgerald, “In una notte dell'anima veramente oscura sono sempre le tre del mattino, giorno dopo giorno.”

Per i trader di forex, tuttavia, le tre del mattino potrebbero essere l’orario migliore della giornata.

Secondo una ricerca della Deutsche Bank, infatti, questo potrebbe essere l’orario più indicato per negoziare sul forex.


3 o 9 del mattino?



In realtà, ciò che suggeriscono Daniel Brehon e Nicholas Wengnon non è alzarsi prestissimo tutte le mattine – soprattutto se vivete nel Regno Unito o in Europa. Si intendono invece le 3 del mattino di New York, ovvero il fuso orario della costa orientale.

Perché? Secondo gli autori del rapporto, questo è dovuto ad un forte pattern di forza nel dollaro americano rispetto alle coppie di valute europee a partire da quell’ora. Una volta che la sessione newyorkese è avviata, esiste un pattern contrario documentato che vale 2-3 punti base ogni volta.

La volatilità s’impenna all’apertura – è maggiore per EURUSD quando apre Londra e poi quando aprono gli Stati Uniti. La volatilità di AUDJPY raggiunge i picchi di intraday all’inizio delle negoziazioni di New York e poi di Tokyo.

“L’orario intraday corretto o incorretto può fare la differenza tra il pagare doppio lo spread effettivo (se vi aspettate un guadagno intraday negativo) oppure pagare zero o addirittura ricevere lo spread effettivo (se vi aspettate un guadagno intraday positivo)”, ha dichiarato Deutsche Bank su Bloomberg.


Front running



Si può basare una strategia di trading su tali pattern ricorrenti nel forex? Alla fine, è proprio ciò che fanno gli algoritmi, i quali potrebbero semplicemente essere indietro rispetto alla tendenza mentre rappresentano sempre di più il mercato.
Chiunque faccia trading su USDJPY è certamente abituato all’aumento quotidiano che si verifica all’apertura dei mercati in Giappone. 
E il rapporto evidenzia lo yen come una delle negoziazioni più interessanti.
Mostra, ad esempio, che EURJPY si impenna maggiormente nella sessione americana (11:00-17:00 EST) e poi riscende tra le 17:00 e le 23:00 in un movimento che vale 3 punti base.
Solitamente, rispetto alle valute asiatiche, il dollaro americano sale nella sessione di Tokyo dopo la sua abituale debolezza nella sessione americana.


Bond



Il tempismo non è importante solo nei mercati forex. Anche i trader di bond sono ormai sempre più attivi 24 ore al giorno a causa della mancanza di liquidità nel mercato. 
Ad esempio, invece che fare trading sui mercati sottostanti, i trader scelgono i prodotti sintetici per fare trading sui cash bond. Questo significa più liquidità nei futuri mercati.
Una ricerca di JPMorgan, Goldman Sachs e Citigroup riportata da Bloomberg indica che avviene sempre più trading di bond da parte degli americani, prima che i mercati americani aprano.
Il trading è una questione di tempismo, ma vi sono ovviamente molti livelli oltre al sapere dove entrare o uscire da una negoziazione a seconda del prezzo. Per il trading intraday, è importante anche guardare l’orologio.